L'arte in lettere

Tra quadri e sale reali all’Albertina

Eccoci di nuovo alla scoperta dei musei di Vienna.
Oggi vi parlo dell’Albertina, uno dei piu’ importanti musei di Vienna il quale non puo’ di certo mancare nella lista dei musei da vedere per ogni amante dell’arte e non.

L’Edificio

Il museo dell’Albertina si trova in un edificio di una bellezza architettonica unica nel suo genere. Non a casa fu proprio il piu’ grande palazzo residenziale degli Asburgo, le quali sale sono tutt’ora visitabili insieme alla mostra.
La particolarita’ e unicita’ dell’architettura di questo palazzo e’ dovuta anche ad un’opera di arte moderna dell’architetto Hans Hollein che, nel 2003 progetto’ il tetto dell’edificio a forma di ala.

Le sale

L’edificio fu abitato dalla famiglia Asburgo, in particolar modo dalla figlia prediletta dell’imperatrice Maria Teresa, l’arciduchessa Maria Cristina, e, successivamente anche dal figlio adottivo l’arciduca Carlo.

Entrare in queste sale e’ come fare un salto nel passato, grazie ai colori sgargianti alle pareti e gli intagli dorati, con la speciale lega chiamata “Albertina Gold”.
Anche le pavimentazioni ed il parquet non mancano di decorazioni con intarsi in legno di rosa e di ebano.

Il Leprotto

Noterete che il museo dell’Albertina e’ sempre associato ad un coniglietto.
Il coniglietto in questione e’ diventanto il simbolo del museo e lo potrete trovare in molte zone della citta’ o addirittura vederlo al museo.
Si perche’ questo simbolo nasce da un quadro che si trova all’Albertina, rappresentante appunto un leprotto.
Il quadro in questione e’ di un’artista tedesco di nome Albrecht Dürer

La collezione

La collezione fu fondata dal genero dell’imperatrice Maria Teresa, il duca di Sassonia Teschen, nel 1776.
Tra i capolavori si possono trovare opere di Cezanne, Klimt, Kokoschka, Schiele ma anche Picasso.

L’albertina possiede inoltre una collezione di architettura e di fotografia le cui opere pero’ sono esposte solo in occasioni speciali.

La mostra permanente

Una delle mie mostre preferite a Vienna e’ la mostra permanente si chiama Monet bis Picasso || Da Monet fino a  Picasso.
Non fatevi illudere pero’ dal nome, perche’ nonostante esso faccia intendere che le opere dovrebbero finire con Picasso, la mostra in realtà non finisce con esso bensì si estende un po’ di piu’.
Difatti e’ una mostra completa a 360 gradi che arriva sino ad opere d’arte piu’ moderna ritrovandosi in sala con un Fontana o Giacometti.

Non solo arte antica

Tuttavia l’Albertina non e’ solo ‘arte antica’ ma anche un luogo pieno di arte di ogni genere, con mostre fotografiche uniche e opere d’arte moderna da lasciarvi a bocca aperta.
Io, ad esempio, all’Albertina ho scoperto uno dei miei artisti austriaci preferiti Helnwein di cui ve ne parlo qui.
Il quale ha, tra l’altro, recentemente regalo alcune delle sue opere al museo ed è possibile vederle in una delle sale del museo.

Insomma, l’Albertina e’ un museo completo dove spendere una bella mezza giornata tra le sale imperiali e quadri senza tempo.
Consiglio vivamente la visita a tutti i grandi amanti dell’arte ma anche a quelli che non se ne intendono tanto.
Il museo lascera’ a bocca aperta anche voi.

Alla Prossima,

Alice (:

Vi lascio il sito per maggiori informazioni: Albertina

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: