Viaggi

Grecia: Atene ed Isola Egina

Visita: Marzo 2016

A Marzo a Vienna, fa un freddo assurdo, e questo è stato il nostro primo vero inverno qua,e quando dico nostro si intende, io ed il mio fidanzato, è chiaro.
Avevamo bisogno di un posto dove scappare, anche solo una settimana, ed i Caraibi sarebbero stati troppo lontani, ed ecco che quindi scegliemmo : La Grecia.

Siamo partiti senza molte idee su cosa vedere o fare, volevamo semplicemente il mare.
Abbiamo avuto la fortuna di trovare un volo diretto, da Bratislava ad Atene, a soli 80 euro, ed un Hotel altrettanto economico e stupendo, difatti ve lo consiglio !
L’Hotel Evripides, si trova in centro, vicino al mercato piu’ principale di Atene ed ha una terrazza stupenda con vista sull’Acropoli (la foto qui sotto è fatta proprio dalla terrazza). Inoltre dispone anche di una sauna, di una palestra e di uno staff simpaticissimo e pronto ad aiutarvi in ogni istante.

img_2049

Amo organizzare i miei viaggi in ogni dettaglio, difatti ogni volta annoto tutte le informazioni in un taccuino perchè non è sicuro che avrete sempre internet ad aiutarvi. In Grecia questo metodo mi è stato molto d’aiuto, perchè non sempre potrete trovare le indicazioni scritte anche in inglese, per cui ho annotato ogni cosa anche in greco, nonostante non sia capace di capirlo o di leggerlo. Dall’aeroporto per poter arrivare in città, si deve prendere l’autobus  x95, e sin da questo istante, il metodo del taccuino vi sarà utile perchè tutte le fermate sono scritte nel tabellone in greco. Comunque l’autobus dura 1h e 35 minuti, in totale sono 21 fermate e vi lascerà a Piazza Syntagma.

Vi consiglio vivamente di fare l’abbonamento alla metropolitana, che non costa molto ed è super efficiente. Una delle metropolitane piu’ pulite che abbia visitato ed inoltre vi porterà in ogni angolo della città. Nell’aeroporto stesso troverete delle mappe della città o dei mini libriccini che illustrano le maggiori attrazioni della Grecia. Tutto gratuitamente.

img_1937-copy

Siamo arrivati in serata per cui ci siamo riposati ed abbiamo organizzato la giornata del giorno dopo studiandoci bene la mappa della città.
La prima visita che abbiamo fatto è stata all’Acropoli, la cui consiglio di visitare durante una bella giornata perchè sarebbe un peccato arrivare sin li sopra e non potersi godere il posto al centro per cento. Il prezzo del biglietto è di 12 euro ciascuno, li valgono tutti ed inoltre quando ci sono stata io stavano ristrutturando alcune parti quindi è cosi alto anche per poter mantenere i soldi della ristrutturazione. Per coloro come me, che hanno studiato l’arte greca rimarrete potrete godervelo ancor di piu’, per coloro che non l’hanno studiata sappiate che vi piacerà comunque un sacco perchè a parte il panorama mozzafiato, questi templi sono enormi e bellissimi. Un altro consiglio che vi do è di tenere sempre contanti con voi perchè non è sempre facile trovare un bankomat e la città è piena di artisti che vendono le proprie opere o i propri souvernir fatti a mano che vorrete acquistare di certo.

img_1987

Non so per voi ma per me quando penso alla Grecia, penso alle case bianche con i tetti blu che purtroppo non si possono trovare in città, o almeno questo è quello che credevo, infatti ciò ch
e non molti sanno è che ad Atene c’è un piccolo quartiere, anzi non si potrebbe neanche chiamare quartiere bensì un insieme di casette sopra una collina che sono tutte interamente bianche con i tetti blu. Questa zona si chiama : Anafiotika .
L’avevo inserita tra le cose da visitare ma non avevo ben capito come ci si arrivava, così perdendoci tra una stradina e l’altra siamo arrivati a questa bellissima collina ai piedi dell’acropoli. Fate silenzio quando la visitate perchè c’è gente che abita in quelle case e non è carino disturbarli.

img_2248

Vi consiglio anche di perdervi tra le stradine di Atene e di non aver alcuna paura perchè perdendovi troverete posti fantastici. Atene è una città piena di arte, cosa che non mi aspettavo per niente.  Il nostro viaggio è durato una settimana e parlando con una ragazza ci è stato consigliato di non passare un’intera settimana ad Atene perchè sarebbe stato troppo ma di pensare anche a visitare qualche isola limitrofa, per cui abbiamo scelto di andare all’isola Egina.

img_2100

L’isola Egina si trova a circa un’oretta da Atene, cosi abbiamo deciso di partire.
Il giorno prima della partenza ci siamo informati in un’agenzia di viaggio vicino al porto per vedere a che ora avremmo potuto prendere il traghetto e soprattutto quanto ci sarebbe costato.
Così l’indomani alle 11 eravamo già  seduti sulla panchina ad aspettare che il traghetto arrivasse. Il biglietto ci è costato 24,95 ciascuno, andata e ritorno e siamo partiti con Let’s Ferry. Nel nostro caso il traghetto non ha fatto subito tappa ad Egina ma prima è passato a prendere altra gente nelle altre piccole isole e l’ultima tappa era la nostra, per cui fate attenzione a ciò che dicono e se soffrite di mal di mare portate qualcosa con voi perchè nel nostro caso non era proprio un traghetto ma bensì un’aliscafo e devo ammettere, nonostante non soffro il mal di mare, che non è stato un viaggio proprio piacevole.

img_2169

Arrivati ad Egina abbiamo deciso di affittare un quad al Giakas Bike and Car Rental (purtroppo non trovo un sito ufficiale), che si trova nella piazza davanti al porto. Il costo è stato di 10 euro per tutto il giorno, l’importante è che glielo avremmo consegnato con il serbatoio pieno. Ci è stata anche consegnata una mappa e ci è stato spiegato come arrivare nelle zone piu’ belle ma, è impossibile perdersi ad Egina. E’ un’isola molto piccola e tutta tonda quindi basta seguire il mare ed arrivi di nuovo al porto.
Vi consiglio anche l’affitto del quad perchè avrete la possibilità di vedere tutta l’isola e di fermarvi in zone spettacolari. Era marzo e la gente aveva il cappotto pesante ma la verità è che faceva un caldo assurdo e noi abbiamo persino fatto il bagno a mare.

Infine, prima di tornare a restituire il quad ci siamo fermati a fare un piccolo ma succulento pranzo. Le isole sono molto ma molto care, per questo non consiglio di comprare souvenir e soprattutto  guardate sempre i prezzi dei Menu’ perchè qui una fetta di pesce poteva anche costare 70 euro, prezzi davvero assurdi.
Alla fine, comunque, abbiamo posteggiato il quad in una piccola piazzetta ed abbiamo scelto il nostro ristorante non per il Menu’ o per le specialità del giorno, ma per  il posto mozzafiato. img_2175

img_2177
img_2185
img_2188

Onestamente non ricordo neanche il nome del ristorante perchè per tutto il tempo non abbiamo fatto altro che guardare questo fantastico posto. Ma abbiamo anche mangiato divinamente. Abbiamo preso un fritto di pesce con insalata greca e come dolce il famoso yogurt greco.  Nella settimana che siamo stati in Grecia abbiamo mangiato ogni giorno lo yogurt greco perchè ogni ristorante lo serve in modo diverso. Ciò che non sapevo è che lo yogurt greco è amarissimo ed è davvero difficile mangiarlo da solo, per questo motivo viene sempre servito qualcosa di sopra. In questo posto ci è stato servito con il miele ma il mio preferito è stato con una crema di carote. 

img_2024

Riguardo al cibo, in Grecia si mangia benissimo ovunque, o almeno, ad Atene, ed i prezzi sono davvero bassissimi. Nonostante dei miei amici greci non mi avevano consigliato di mangiare nel centro storico perchè secondo loro troppo caro, noi abbiamo fatto anche questa esperienza e ci siamo trovati sempre molto ma molto bene.
Inoltre una delle specialità della grecia è il Souvlaki, alcuni crederanno che sia una sorta di Kebab, ed infatti ci somiglia ma è mille volte piu’ buono ! Quindi nel caso in cui abbiate un piccolo languorino e non vogliate sedervi in un ristorante, questa è la scelta migliore.

Ad Atene siamo riusciti a vedere tutto, l’unica cosa che non siamo riusciti a fare sono stati i Musei perchè abbiamo avuto la fortuna di avere una settimana piena di sole ed abbiamo preferito goderci il bel tempo e non chiuderci in un museo.
L’ultimo giorno poi, uno dei miei sogni riguardo la Grecia si è realizzato perchè siamo riusciti a visitare Capo Sounion.

La leggenda narra che Egeo, re di Atene, aspettasse il ritorno del figlio Teseo proprio da questa collina ma, vedendo le vele nere sulle navi del figlio, lo credette morto e si suicidò gettandosi in mare. Ecco il perchè del nome Mar Egeo. Il realtà il figlio era vivo, aveva ucciso il Minotauro a Creta ma aveva dimenticato di issare le vele bianche. Il tempio che si trova sulla cima di questa collina è il Tempio di Poseidone, dio dei mari.  Per arrivare in questa collina si può prendere un autobus pubblico o privato, noi abbiamo scelto di affidarci ad una ditta privata perchè quelli pubblici non passavano spesso o passano in orari scomodi.  I privati costano un po’ di piu’ e dovrete prenotare, potrete chiedere alla receptionist, hanno sempre un sacco di brochure al riguardo.
L’ingresso al parco è gratuito e spero per voi ci sia una bella giornata durante la vostra visita perchè durante la nostra c’era troppo vento e non ci ha dato l’opportunità di godercela al meglio, ma è stato comunque fantastico, il panorama da lì è mozzafiato e la strada che si percorre in Autobus per arrivare sin la su costeggia tutta la costa.
img_2279

img_1958
img_1970

Tornando al discorso del cibo, il ristorante che vi consiglio assolutamente è Abibayio.
Questo posto si trova in una delle stradine vicino all’Akropoli. Non lasciatevi influenzare dal fatto che il menu’ è interamente in greco perchè il proprietario sarà ben disposto a tradurlo. Le porzioni sono piu’ che abbondanti e nel caso prendiate il misto di carne per due vi verrà servito direttamente dal cuoco che verrà con la padella calda e verserà il tutto di fronte a voi.  Abbiamo preso un misto di carne ed insalata greca, piu’ da bere e pita, tutto a meno di 30 euro. Questo posto è il nostro preferito, peccato però che nel periodo della nostra visita ci sono stati diversi scioperi ed a volte questo ristorante era chiuso.

Abbiamo anche avuto la possibilità di fare colazione con alcune specialità in una delle principali piazze.

img_2305

Un altro posto davvero bello dove abbiamo mangiato è da Karamanlidika .
La particolarità di questo posto è che di mattina è un minimarket che vende prodotti loro, e di sera vengono messi dei tavoli tutti attorno al bancone dei salumi. La cucina è a vista e nel caso ci sia qualcosa che vi piaccia cosi tanto da volerla portare a casa e farla provare ai vostri amici, potete farvi dire il nome e l’indomani la potrete comprare. Vi danno anche la possibilità di mettere le cose sotto vuoto, io ad esempio, ho comprato la salsiccia.

Proprio da loro abbiamo avuto la possibilità di assaggiare lo yogurt con una salsina di carote ed era favoloso ! Abbiamo anche assaggiato un tipo di amaro tipico greco che si chiama Mastika o Mastiha. Lo staff è molto gentile e parlano perfettamente l’inglese, cosa estremamente rara ad Atene. Questo ristorante si trova proprio di fronte all’Hotel dove abbiamo alloggiato, quindi nel caso in cui scegliate quell’Hotel e arrivaste di sera, sapreste di certo dove poter mangiare.

img_1837

Per quanto riguarda i ristoranti al centro abbiamo provato Maiandros .
Buonissimo e con piatti piu’ che abbondanti. Si trova in centro quindi a volte da fastidio il via vai di gente che ti guarda mangiare, ma la qualità è davvero ottima.

img_2255

Abbiamo provati altri due ristoranti in centro, di cui purtroppo non ricordo il nome, uno di questi era un ristorante di pesce ed in entrambi in casi ci siamo trovati divinamente. Vi lascio comunque qualche altra foto. Ho deciso di scrivere questo post adesso perchè se per caso siete seduti sul vostro divano, morite di freddo e sognate dei posti caldi ma non avete risparmiato abbastanza soldi bè, la risposta ce l’avete davanti a voi : GRECIA !

Potrei riempire altre 20 pagine con sole foto di cibo ma no, voglio lasciarvi con una fantastica foto del  tramonto ad Atene visto dalla terrazza del nostro fantastico Hotel.

Alla prossima, spero di esservi stata d’aiuto !

Alice 🙂

img_2053

0 commenti

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: