My life in Vienna

Palmenhaus & Wustenhaus

Una delle mie piu’ grandi passioni di cui non vi ho ancora parlato sono le piante.
E con una passione come questa non potevo certo non fare visita alla Palmenhaus & Wustenhaus di Vienna.

Un’enorme serra situata all’interno del parco di Schönbrunn che offre la possibilita’ di una passeggiata tra gli ambienti tropicale, mediterraneo e forestale, alla scoperta delle piante che ci vivono.

Vestitevi di conseguenza quindi, perche’ si parte per questa gita virtuale attraverso stanze che vanno dagli 8 fino ai 20 gradi.

Come arrivare, ingresso e tutte le informazioni utili:

Come gia’ anticipato, la Palmenhaus & Wustenhaus, rispettivamente serra delle palme e serra del deserto, si trovano all’interno del parco di Schonbrunn ma nella parte destra rispetto all’entrata principale.

Avrete quindi due possibilita’:

  1. O prendere la linea verde U4 scendendo alla fermata con l’omonimo nome per poi camminare all’interno del parco sino a raggiungere la Palmenhaus (10 minuti circa).
  2. Oppure scendere alla fermata della linea verde U4 Hietzing e scegliere quindi di entrare direttamente dall’ingresso dove si trova la serra.

Nella foto qui sotto sono segnate in rosso l”opzione numero 1 e 2 ed in blu il luogo dove si trova la Palmenhaus. Non fatevi intimorire dalla grandezza della mappa. Il Parco e’ grande si, ma le attrazioni sono molto vicine l’un l’altro.

biglietto di ingresso: 11 euro (comprende entrambe le serre, l’ingresso al parco e’ gratuito)
orari di apertura: tutti i giorni dalle 9:30 alle 17:00.

Consiglio

Non fermatevi solo alle serre ma guardatevi anche un po’ intorno.
La serra si trova difatti circondata da tanti piccoli unici giardini che nascondono delle bellissime piante per ogni stagione dell’anno.
A iniziare dal giardino giapponese esattamente alle spalle della Palmenhaus con dei bonsai di bellezza unica.
Per poi continuare con la foresta di bamboo e gli alberi piu’ antichi del parco.
In primavera poi e’ anche possibile vedere la fioritura di fiori di zafferano ma anche dei bellissimi alberi di ciliegio.

La Palmenhaus

La serra delle palme e’ la struttura piu’ grande di tutta Europa e presenta, come gia’ accennato, tre diversi climi suddivisi in tre padiglioni.

  • Nell’area piu’ alta della struttura si trovano piante dalle Canarie, Sudafrica, America e Australia
  • Nell’area a nord piante originarie della Cina, del Giappone, della regione dell’Hymalaya e della Nuova Zelanda.
  • E per finire nella terza zona crescono piante tropicali e subtropicali.

La struttura di per se e’ qualcosa di magico, ben duemilacinquecento metri quadri di pura bellezza.
All’interno potrete non solo vedere delle bellissime piante e ambienti spettacolari ma anche incontrare qualche amichetto come delle lumache e dei bellissimi Axolotl.

La Palma della principessa Sissi

Fino a qualche anno fa, era possibile ammirare al suo interno una palma di ben 25 metri e 170 anni dedicata alla principessa Sissi. La famosa palma non era altro che la figlia, per propagazione, di una palma di Maria Teresa d’Austria appartenuta alla collezione di piante della famiglia degli Asburgo.

Al giorno d’oggi pero’, la palma non si trova purtroppo piu’ all’interno della serra perche’ e’ stata abbattuta a causa della sua eccessiva crescita che stava sfondando i vetri della serra. Per fortuna pero’ ne rimangono delle propagazioni e un’altra palma altrettanto enorme e sbalorditiva a darvi il benvenuto. Inoltre se si visita la serra in primavera/estate e’ possibile vedere la ninfea piu’ grande al mondo con foglie dal diamentro di 1,20 metri.

La Wustenhaus

Per visitare la Wustenhaus vi bastera’ andare dall’altra parte del sentiero, lasciandovi la Palmenhaus alle spalle.
Inutile dirvi che qui c’e’ da togliersi le giacche, ma non vi aspettate comunque eccesivamente troppo caldo.

E mi raccomando, non pensiate di snobbarla solo perche’ i Cactus non vi piacciono perche’ quelli che troverete qui non sono mica Cactus normali.

Entrerete in una vera e propria foresta di Cactus, una roba mai vista prima !
Anche questa serra e’ abitata da qualche amichetto, ma non spaventatevi, tutti buoni ed educati… forse oserei anche un po’ furbetti.
Come un geco bellissimo che non aspettava altro che noi aprissimo le porte per scappare a farsi una passeggiata in giro.

Insomma, se non sono riuscita a convincervi con le parole sono sicura che ci riusciranno le bellissime foto .

Alla prossima

Alice (:

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: