Nostalgia di casa

Terra Mia

Questo mese mi sono permessa di prendermi una pausa e godermi al meglio la mia estate che finalmente, dopo tre anni, aveva un senso.

DCIM101GOPROGOPR1847.JPG

Quest’anno, dopo quasi due anni sono tornata nella mia amata terra e nel periodo piu’ bello di tutti: L’Estate. Nonostante i suoi 40 gradi all’ombra è stato bellissimo poter rimettere piede dentro il mio mare, mangiare granite e sentir la pelle bruciare a contatto con il mio sole, il vero sole.

Erano tre anni che non tornavo in Sicilia nel periodo estivo, ed altrettanto che non tornavo per una settimana intera, per cui sentivo di dover staccare da tutto e godermi il momento al meglio.

La Sicilia è qualcosa di magico, non ci sono parole, e quando si vive lontani da casa manca fino a star male perchè purtroppo non è come un parente che una chiamata, due ore di skype e la malinconia si affievolisce. Sarebbe bello se solo potessi chiamare la mia terra ogni tanto, sentire il suo calore, il suono delle onde, il profumo del mare sulla pelle e lo stomaco pieno dei magnifici frutti che ci dona.

photo_2017-08-26_13-13-14

Ma purtroppo oltre a portarla in un ciondilo al collo, nel mio sangue o sulla mia pelle non posso fare. L’unica cosa che posso fare è contare i giorni che mi mancano per poter stare di nuovo con lei, aprire la porta di casa e dire ‘ah, finalmente a casa’. Nella mia vera casa.

E nell’attesa porto la Sicilia sempre con me, a tavola, con gli amici, a lavoro o durante una cenetta romantica. La porto sempre con me perchè averla accanto mi fa stare meglio ma anche perchè mi rende triste che qui nessuno o pochi ti conoscono per la tua bellezza.

La mia vacanza è stata proprio bella, e non vedo l’ora di tornare a casa, da mamma, papà, nonni, gatto, tartaruga, fratello, mare, amici , zii, cugini, arancini, cipolline e lei, Etna.

Spero che anche voi abbiate passato del bel tempo, che sia stato lungo o breve, quello che vi auguro è che siate stati con le persone che amiate, in quel posto che vi fa star bene.

A prestissimo

Alice (:

0 commenti

      • giusymar

        Si ci siamo andati alcune volte, sempre per motivi diversi. La prima volta per un caso fortuito. Mia figlia in prima liceo aveva scritto una novella ispirandosi a Pirandello. Ci hanno invitati ad Agrigento per ritirare il premio. Io una gentilezza così non l’avevo mai vista… e da lì è cominciato tutto…

  • raccontodisicilia

    Quindi lei mi sta dicendo che un emigrante siciliano può vivere anche tre estati senza ritornare nell’Isola… mi rincuora tantissimo ma spero di non provare mai questa terribile esperienza. 🙂

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: