Viaggi

Il mio viaggio in Giappone

IMG_5174

Eccomi qua, a condividere con voi questa bellissima esperienza che ho vissuto insieme al mio fidanzato nella terra del Sol Levante.

In questo post vi racconterò le cose che ho fatto e visto in due settimane, senza entrare troppo nei dettagli per non prolungarmi troppo. Per quanto riguarda i dettagli riguardanti l’organizzazione del viaggio, creerò dei post a riguardo.

IMG_6901

Allora, iniziamo dal perchè proprio il Giappone? Bè dovete sapere che sono nata in una famiglia amante del cinema, della musica e dell’arte in ogni sua forma. Il protagonista della mia passione per questo paese è mio padre, che oltre ad avermi trasmesso il grande amore per i viaggi, mi ha trasmesso anche l’amore per i film della casa cinematografica Studio Ghibli. Passioni che mi sono portata avanti per tutta la mia vita, sognando un giorno di poter vedere con i miei occhi le città e le foreste che fino ad ora avevo visto solo tramite disegni.

Ho pianificato questo viaggio interamente da sola, basandomi su miliardi di video su You Tube, documentari ed articoli di ogni genere. Per quanto riguarda invece le cose un po’ piu’ pratiche alle quali non riuscivo a dare una risposta tramite il web, sono stata aiutata da una mia carissima amica Giapponese conosciuta qui a Vienna.

Prima di scegliere di organizzare tutto di testa mia, mi sono informata in alcune agenzie di viaggio sia online che fisiche, ma ciò che non mi convinceva era il prezzo, prima di tutto ed il fatto che con quell’elevato prezzo potessi vedere davvero poco. Per cui nonostante sapevo che sarebbe stato molto stressante e soprattutto sarebbe stato tanto lavoro, ho comunque deciso di fare tutto da me.

IMG_6084

Abbiamo acquistato il biglietto a Gennaio per Giugno. Al costo di 614 euro andata e ritorno, compreso di assicurazione in caso di cancellazione volo o quant’altro. Vi scriverò dei costi e di tutte le spese piu’ avanti in un altro post.
Siamo partiti il 31 di Maggio da Vienna, abbiamo fatto scalo a Francoforte per poi arrivare a Osaka il 1 di Maggio alle sette del mattino. Non ho sofferto per niente il Jetlag (all’andata) perchè ero troppo emozionata al pensiero di arrivare in Giappone ed avevo anche taaaanta paura del volo.
Il viaggio prevedeva permanenza dal 1 al 3 di giugno a Osaka, dal 3 al 7 a Kyoto e dal 7 al 14 a Tokyo. Queste erano le città dove facevamo base e dalle quali ci spostavamo per visitare le zone limitrofe. Premetto che non siamo riusciti a seguire perfettamente tutto quello che avevo pianificato ma sono comunque molto soddisfatta del viaggio perchè cavoli, essere riuscita a organizzare un intero viaggio basandomi su video di Youtube in un paese completamente diverso dal mio, eh, non è stata semplice.

IMG_6167

Ma Alice, perchè sei andata in Giappone a Giugno? 
Come forse molti di voi sapranno, giugno in Giappone, non è proprio un bel mese, ed è molto sconsigliato andarci perchè è il mese dei tifoni e delle piogge. Io ero consapevole di tutto questo ma purtroppo, a causa del mio ultimo lavoro non potevo allontanarmi dalla città in Aprile o magari in Agosto. Ma la mia voglia era così grande che non volevo aspettare un altro anno e allora ho pensato di rischiare, e vi dirò, il tempo è stato divino, giornate bellissime, non esageratamente calde, e mai pioggia, soltanto la notte tarda, tipo due volte, e l’ultimo giorno. Per cui davvero, il giappone mi ha dato un bellissimo benvenuto.

IMG_5401

Cosa avete visto ? Siamo stati al castello di Osaka, ci siamo ingozzati a Dotonbori, abbiamo catturato qualche Pokémon al Pokémon Center, abbiamo visto Nara ed abbiamo coccolato i mille cervi che la ospitano, il Fuhimi Inari con la sua foresta da commuovere qualsiasi cuore di ghiaccio, siamo stati a Tottori, nel deserto, che già me ne ero innamorata con i soli video ma di presenza, non si può spiegare l’emozione che può dare un posto simile. Dal punto di vista dei Templi non siamo stati molto fortunati perchè la maggior parte erano in resturo,

IMG_6424

come ad esempio il Kiyomizu Dera a Kyoto, ma è stato comunque bello vedere che usano impalcature fatte di bamboo e non di ferro e legno come facciamo noi. Il Kinkaku – ju  è stato veloce ma intenso, diamine, bellissimo.
E poi Arashiyama, il museo di Sabbia, abbiamo dato da mangiare a delle scimmie selvatiche, e poi ci siamo cibati della buonissima carne di Kobe e poi Tokyo, con i Maid Cafè, la sua Akihabara e le città piene di grattacieli illuminati con la sua fantastica Odaiba, Godzilla, Harajuku, Kamakura, Asakusa, museo di Studio Ghibli, le coccole ad Hachiko…. Insomma di cose ne abbiamo viste e fatte, ed altre non ci siamo proprio riusciti. Ad esempio non siamo riusciti ad andare al Nishiki Market, che sarebbe il mercato di Kyoto, che un po’ mi dispiace ma non così tanto perchè comunque abbiamo provato davvero molte cose e alla fine abbiamo visitato mercati piu’ piccoli comunque carini, anche se capisco che mi sono

DCIM100GOPRO

persa quello tradizionale. Non sono anche riuscita ad andare a Miyajima, che era anch’esso un sogno nel cassetto, ma va bene anche così, tanto tornerò di certo in Giappone e sto già penso che la prossima volta potrei fare la parte sud dell’Isola e magari poi fare una bella capatina a Okinawa, le Hawaii del Giappone.

IMG_5731

Tutto sommato, abbiamo visto tantissimo, infatti gli ultimi giorni a Tokyo eravamo distrutti e non riuscivamo piu’ a svegliarci presto al mattino, iniziavamo ad avere anche dolori alla schiena e ad ogni parte del corpo, per cui gli ultimi giorni ce li siamo presi piu’ di relax ed esplorazione dei vari quartieri senza allontanarci troppo dalla città. Dopo queste due settimane, personalmente, direi che non avrei mai dedicato un’intera settimana a Tokyo per il semplice motivo che noi siamo piu’ una coppia che preferisce eplorare la natura e avere stretto contatto con le tradizioni del paese e non vivere la capitale, per cui probabilmente la prossima volta non passerei neanche da Tokyo. E’ comunque una città fantastica da cui si possono raggiungere bei posti come le foreste di Nikko ad esempio, o semplicemente stare in città però abbiamo trovato Osaka e Kyoto molto piu’ magiche. Inoltre Kyoto, dovete sapere, che è stata capitale per molto tempo per cui è una città piena, stra colma di templi ma anche moderna, ad esempio la stazione dei treni di Kyoto è bellissima, e se si arriva in alto, si può vedere tutta la città.

Questo era un resoconto molto resoconto delle nostre due settimane, che piu’ che a voi, è servito a me per capire che sono tornata, di smetterla di mangiare con le bacchette, chinarmi alla gente per ringraziarla e di tornare a raccimolare soldi per tornare al piu’ presto in questo fantastico paese di cui non ne avrò mai abbastanza.

IMG_6572

Alla prossima,

Alice (:

0 commenti

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: